15/09/2014

Sistema, pensiero, vantaggio.

Per ottenere vantaggio dal System thinking è necessario "spostare" il nostro pensiero dove non avremmo pensato.
  
Per intenderci meglio, partiamo dalle cose semplici, anche se apparentemente banali.
Si consideri l’esempio seguente: da alcuni giorni trovo la gomma a terra dopo aver parcheggiato la mia vettura nel box del condominio.
 
 
Per ripartire, posso cambiare la gomma. Ma qual è la causa?
 
Ho notato che c’è una scheggia sulla griglia dell’area di accesso. Devo fare attenzione ad evitarla quando arrivo con la mia auto.
 
Però, forse, se mi armo di flex e lima posso eliminare la scheggia, così evito di fare lo slalom ogni volta che parcheggio l’auto.
 
Ma cosa avrà generato la scheggia? Potrebbe presentarsene un’altra? Oppure altre contemporaneamente?
 
Propongo alla gestione condominiale una manutenzione periodica della griglia (mai fatta sinora) per controllare ed eventualmente riparare la griglia.
 
Quale dei precedenti comportamenti è il più efficace, ovvero quale comportamento fa ottenere il massimo e più duraturo risultato con il minimo sforzo?
 
Per giungere a una soluzione definitiva, strategica, occorre sempre proiettare e pianificare la soluzione nel medio e lungo periodo. Quindi, è necessario che il nostro approccio al problema da "reattivo" divenga "creativo" o, meglio ancora, "generativo"!
 




« Tutti gli articoli